CENTRO ECCELLENZA QUALITA'
Ricerca applicata - Trasferimento tecnologico - Prove e tarature

Uso dei cookies

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se l'utente non modifica le impostazioni del browser disabilitando i cookies, accetta l'uso degli stessi da parte del sito web. Per saperne di piu'

Approvo
Mercoledì, 15 Febbraio 2017 14:49

CEQ e ASC al MICAM da 12 al 15 febbraio

Scritto da

Il laboratorio CEQ e l'Alta Scuola Calzaturiera di Monsummano Terme sono presenti al 'theMicam', la più  importante fiera della calzatura, in programma alla Fiera di Milano dal 12 al 15 febbraio 2017.

Domenica, 17 Aprile 2016 22:47

CEQ - Inaugurata la sede unificata

Scritto da

Sabato 16 aprile 2016 a Monsummano Terme si è svolta l'inaugurazione della sede unificata del Laboratorio CEQ

ISO 2015Con la pubblicazione delle nuove edizioni di ISO 9001 (gestione qualità) e ISO 14001 (gestione ambientale), si offronto interessanti opportunità di miglioramento concreto dei sistemi di gestione aziendale, per renderli meno formali e più rispondenti alle esigenze di efficacia e di competitività, più capaci di affrontare i rischi con consapevolezza e con strumenti adeguati al contesto in cui le imprese operano.

Servindustria Pistoia organizza per il 3 novembre 2015, dalle ore 15.00 alle 18.00 (registrazione partecipanti a partire dalle 14.30), presso la sede di Piazza Garibaldi, 5 a Pistoia, un seminario per approfondire le novità importanti introdotte dall'ISO con le nuove edizioni delle 2 norme.

Il seminario mira a fornire ad imprese e consulenti adeguate "chiavi di lettura" delle nuove norme, in modo da poter più consapevolmente pianificare e preparare la transizione delle relative certificazioni, ma sopratutto per cogliere quanto prima gli spunti di miglioramento che le norme offrono.

Il seminario è anche una eccellente occasione per discutere insieme dell'argomento, condividere riflessioni, preoccupazioni, approcci, spunti, visioni, ed accrescere quindi il patrimonio personale ed aziendale sull'argomento.

Venerdì, 14 Dicembre 2012 08:59

DITECFER: Approvato progetto TESYS RAIL

Scritto da

Il progetto "TESYS RAIL", presentato al MIUR per un cofinanziamento nell'ambito del Bando per i Cluster Tecnologici Nazionali, è stato approvato.
Il progetto mira a migliorare l'impatto ambientale di treni, infrastrutture ferroviarie e del sistema complessivo.
Il progetto sarà sviluppato da 19 Aziende Toscane e 4 Università Toscane assieme a Partner Nazionali quali RFI e Politecnico di Milano.
Il progetto è parte di una proposta più complessa che mira a costituire il nuovo "Cluster Tecnologico Nazionale Mezzi e Sistemi di Mobilità di Superficie e Marina".
Il nome del nuovo Cluster è "TRASPORTI ITALIA 2020" ed è costituito da 70 Attori di settore, tra i quali leader dell'industria del trasporto (ANSALDOBREDA, FIAT, FERRARI, FINCANTIERI, PIAGGIO, ALMAVIVA, AZIMUT BENETTI...), Centri di Ricerca e Distretti Tecnologici - tra i quali DITECFER, che ha attivamente partecipato alla definizione del progetto TESYS RAIL.

Il progetto, della durata di 36 mesi con un importo totale di 12 milioni di Euro, porterà in Toscana risorse per circa 6 milioni.


Etr1000Ancora un volta il CEQ contribuisce con le proprie competenze specialistiche, in particolare in campo metrologico, allo sviluppo del "treno più bello del mondo": nella procedura di omologazione dei veicoli che compongono il treno Frecciarossa 1000 (ETR1000), lo staff del CEQ ha supportato il team di ingegneria di Ansaldobreda nella qualificazione del sistema di pesatura del veicolo, che ha lo scopo di misurare il carico per ogni ruota e per ogni asse, ai fini della certificazione del veicolo stesso in relazione al suo impatto sull'armatura (rotaie).

Il sistema di cui Ansaldobreda si è dotato è stato sottoposto dai tecnici metrologi del CEQ ad una serie di prove e verifiche, condotte insieme al personale Ansaldobreda, per verificarne la corretta funzionalità e valutarne le incertezze di misura.

Tale procedura di stima delle incertezze, secondo la normativa EA-4/02 e UNI CEI ENV 13005, era un passo fondamentale per il riconoscimento del sistema di misura da parte di Italcertifer (organismo incaricato della certificazione del veicolo) e di Accredia (ente unico italiano per l'accreditamento dei laboratori di prova, che ha rilasciato l'accreditamento di Italcertifer):

Le prove e verifiche hanno avuto un esito pienamente soddisfacente, e le incertezze riscontrate, pur nelle peggiori condizioni, sono risultate ampiamente conformi alle aspettative e alle specifiche.

Il CEQ amplia ulteriormente le proprie capacità di prova, con la progettazione e realizzazione di una attrezzatura di prova per la verifica della resistenza dei cambrioni per calzatura alla piegatura.

Tale prova, peraltro richiesta obbligatoriamente dalla norma cinese GB 28011:2011 (§7.8), consiste nel piegare il cambrione intorno ad un mandrino normalizzato per un angolo di 180°: la prova è superata se non si ha la rottura del cambrione (leggere criccature superficiali sono tollerabili se non inficiano l'integrità del cambrione stesso).

Questa prova ha lo scopo di garantire che il trattamento di indurimento del cambione metallico mediante tempra, previsto dalla norma GB 28011 con la prescrizione di un valore minimo di durezza e finalizzato ad aumentarne la resistenza, non ne riduca eccessivamente la tenacità fino a farlo diventare fragile, cioè a farlo rompere con una minima deformazione.

Per la prova sono richiesti 3 cambrioni uguali (della stessa partita). 

Per chiarimenti sulla prova e sugli altri test per i cambrioni ci si può rivolgere al CEQ: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Da Agosto 2012 è in vigore in Cina a nuova norma relativa ai cambrioni per calzature; si tratta della GB 28011-2011 "Shanks for footwear" (ovvero "Cambrioni per calzature), entrata in vigore il 1° agosto 2012. Tale norma ha valore cogente (cioè equivale ad una disposizione di legge) in quanto è una GB e non una norma volontaria come le GB/T o le QB/T, pertanto il mancato rispetto di tale norma può comportare il blocco alle importazioni in Cina.

La GB 28011:2011 prevede per i cambrioni o cambriglioni (talvolta chiamati "lamine" o "molle"), cioè per gli elementi metalliCambrioni per calzatureci di irrigidimento dei soletti, una serie di requisiti in merito a:

  • Marcatura (§5.1): i cambrioni devono riportare una marcatura che indica se sono erp calzature uomo o donna
  • Aspetto (§5.2)
  • Tolleranze dimensionali (§5.2), e in particolare Lunghezza minima (§5.3.2) in funzione della destinazione d'uso e della taglia di calzatura
  • Rigidezza longitudinale (§5.4), cioè deformabilità elastica del cambrione soggetto a flessione in funzione dell'altezza massima del tacco a cui è abbinato
  • Resistenza a fatica flessionale (§5.5), cioè il numero minimo di cicli di flessione (secondo il metodo QB/T 1813:2000) che il cambrione deve sopportare senza rompersi, anche questo in funzione dell'altezza massima del tacco a cui è abbinato
  • Durezza (§5.6), cioè la minima durezza Rockwell che il cambrione deve possedere in base all'altezza del tacco abbinato
  • Resistenza alla piegatura (§5.7): il cambrione deve piegarsi a 90° su un perno di diametro assegnato senza rompersi

Gli ultimi due requisiti, più degli altri, influenzano la scelta dell'acciaio e del trattamento termico (tempra e rinvenimento) del cambrione stesso: infatti se da un lato viene fissata una durezza minima, dall'altro il requisito di resistenza alla piegatura richiede che la durezza non sia troppo elevata da rendere il cambrione fragile, cioè tale da rompersi con una piccola deformazione.

I requisiti sopra esposti non sono sovrapponibili ai requisiti previsti dalla normativa europea recepita anche in Italia (UNI CEN ISO/TR 20883:2007), che comunque rimane volontaria e non cogente. Per questo il CEQ si è dotato di attrezzature (alcune progettate e realizzate appositamente) e di metodi di prova per poter qualificare i cambrioni rispetto alla normativa cinese, e può fornire supporto sia per le prove che per l'applicazione della normativa stessa.


Per ogni informazione e per la richiesta di prove invitiamo a contattare il Laboratorio CEQ ai seguenti recapiti:

  • Ing. Giuseppe Gori: MOb. 333-1919206    email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Dott. Edoardo Paoli: Tel.: 0572-954552    email: e,Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Ing. Matteo Malpaganti: Tel. 0573-774591  email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giovedì, 27 Dicembre 2012 00:00

Il CEQ ad Alta Velocità! In evidenza

Scritto da

Treno Alta Velocità ETR 1000 (rendering)

Anche il CEQ "sale" sull'ETR 1000, il nuovo treno per l'Alta Velocità in fase di sviluppo da parte di Ansaldobreda in partnership con Bombardier Transportation.

Prova di taglio per trazione su pannello compositoInfatti il laboratorio CEQ, che da anni ormai collabora con Ansaldobreda e con la relativa supply chain con funzioni di supporto tecnologico e formativo, è stato coinvolto in una serie di attività per la validazione di alcune soluzioni tecnico-progettuali che saranno adottate su quello che è stato definito il "treno del futuro" e che fra pochi mesi inizierà i test su rotaia.

Il supporto del CEQ riguarda sopratutto i processi di incollaggio, di elementi strutturali e non, che stanno trovando spazi sempre più ampi a bordo dei treni per gli innumerevoli vantaggi offerti rispetto a soluzioni più convenzionali. Oltretutto, molte aziende a livello mondiale stanno mettendo a punto nuovi adesivi, spesso dedicati specificamente al settore ferroviario, che richiedono campagne di test per verificarne preventivamente l'adeguatezza alle condizioni di esercizio, che possono essere anche molto severe, considerando da un lato le svariate situazioni in cui il materiale rotabile si può trovare ad affrontare (dal gelo rigido dei paesi scandinavi al calore tropicale, dalle vibrazioni agli urti, dalla corrosione agli stress da prodotti chimici in fase di pulizia, per citarne alcuni), dall'altro la lunga vita attesa per veicoli destinati a durare decenni con manutenzione quanto più possibile ridotta.

Le attrezzature e le competenze del CEQ sono quindi da alcuni mesi al lavoro, sia per Ansaldobreda direttamente che per i rispettivi fornitori, per fornire le informazioni necessarie alla validazione delle soluzioni progettuali e il relativo inoltro alla fase realizzativa.

Agenda

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30